Sara Mattioli nasce a Roma nel 1985. Vive da sempre nella "città eterna" che percepisce in modo molto profondo ed intimo, avendone assorbito lo spirito, accentandone anche gli aspetti più degradati. Una città che rappresenta una continua fonte d’ispirazione per il suo lavoro. È camminando tra le sue strade che inizia ad ammirare il lavoro degli artisti di strada, costruendo su di loro un proprio progetto fotografico.

Fotografa sempre alla ricerca di se stessa, si avvicina alla fotografia da molto giovane con curiosità e passione, iniziando a guardare il mondo attraverso delle semplici compatte.

Predilige l’arte fin dai primi studi frequentando il liceo artistico. Continua il suo percorso all’università, frequentando per i primi anni il corso in Storia, Scienze e Tecniche della Musica e dello Spettacolo presso l’Università Tor Vergata di Roma, fino al conseguimento della laurea con una tesi dal titolo: "Rino Barillari – The King of paparazzi", che le permette di approfondire gli studi sulla fotografia di reportage. Completa i suoi studi specializzandosi al corso di Cinema e Video nell’era digitale presso l’Università di Roma Tre di Roma con una tesi intitolata: "Vittorio Storaro. Un’esperienza di luce". Quest’ultimo per lei è una figura di riferimento molto importante per la fotografia cinematografica. Non meno rilevante come punto di riferimento per la fotografia statica è invece Steve McCurry, influenzandola visivamente in modo particolare nell’uso del colore. Parallelamente agli studi universitari Sara porta avanti i suoi studi in campo fotografico, ha una prima 'infarinatura' della fotografia presso uno stage organizzato dall’Università Tor Vergata durante il percorso universitario. Inoltre durante il percorso universitario, incomincia a capire il rapporto tra l’immagine fotografica e quella cinematografica frequentando un interessante corso di Videomaking.

Nel 2010 approfondisce i suoi studi in campo fotografico frequentando il corso di fotografia presso l’Università Popolare seguendo il corso del fotografo Silvio Mencarelli. Avendo un approccio più tecnico e professionale verso la fotografia, con la sua nuova reflex, con la quale si esercitava già da un po’. Sara è sempre alla ricerca di una via tra il bianco e il nero e il colore, ed è per questo che non volendosi fermare solo alle nuove tecniche digitali, nello stesso anno affronta anche un altro percorso di studi al Centro Sperimentale di Fotografia Adams, il corso di camera oscura, provando l’emozione di veder nascere le proprie foto dal buio della camera oscura.

Sara come tutti pensa che nella vita dopo il buio c’è sempre la luce. Lei applica questo principio anche alla fotografia, così dopo la scoperta del buio della camera oscura, nel 2012 frequenta un breve corso alla scuola di fotografia Graffiti per apprendere l’utilizzo della luce negli shooting fotografici, perché è attraverso l’utilizzo delle luci che si costruiscono le immagini. Un modo da cui rimane particolarmente affascinata e che vuole approfondire sempre più.

Nel 2013 per ampliare i suoi studi fotografici frequenta il corso di Fotografia Teatrale presso Officina Teatrale XI, venendo a conoscenza di un’altra forma di questa importante forma d’arte.

Nello stesso anno frequenta vari workshop. Al Centro Sperimentale di Fotografia Adams il workshop: “Pinhole – Costruisci, Inquadra, Stampa”, che le permette di realizzare delle foto con una macchina costruita da lei, ampliando le sue conoscenze sulla storia della fotografia; alla scuola Visiva invece può rapportarsi grazie a un altro workshop al Maestro Maurizio Galimberti, scoprendo una forma fotografica del tutto unica ed originale.

Dal 2014 scopre un nuovo mondo, quello dei droni, diventando fotografo ufficiale del Roma Drone Expo & Show.

Nell’ultimo periodo ha deciso di portare avanti i suoi studi nel campo della fotografia cinematografica frequentando nel 2015 il primo anno del corso di Direttore di Fotografia al Centro di formazione cinematografico nazionale di Roma. Studi che ha potuto mettere in pratica con altri ragazzi della scuola durante il Festival Kino Karolo, festival di cortometraggi realizzato a Charleroie, in Belgio nell’agosto 2015, in attesa di concludere i suoi studi frequentando il secondo anno della scuola.

Espone in varie occasioni le sue fotografie per farle conoscere, oltre a partecipare a molti concorsi fotografici, tra cui la Prima Maratona Fotografica di Roma nel 2015 dove è arrivata seconda nel tema "Questo sono io", uno dei nove proposti durante la maratona.



ITA ENG ES 中國 e-mail: info@saramattioli.com - C.F.: MTTSRA85M48H50MY